Notizie da Nardò

Acquisti ed eventi per le vie di Nardò. A fine maggio la Notte Bianca del commercio

Poco più di un mese di tempo per gli operatori per rispondere all’invito del Comune per allestire l’evento “diffuso”. Grazie al Duc in arrivo anche luci, risciò e cargo-bike, casette in legno e filodiffusione

Al centro l'assessore Giulia Puglia

NARDO’ – Poco più di un mese di tempo per allestire la Notte Bianca del commercio della città di Nardò che si svolgerà il prossimo 31 maggio ed è già partita l’appello e la mobilitazione per sensibilizzare gli operatori cittadini. L’amministrazione comunale neretina ha avviato l’organizzazione della manifestazione prevista nell’ambito del Distretto urbano del commercio (Duc) finanziato dalla Regione Puglia con 200 mila euro, una opportunità per le imprese del commercio di fare rete di sviluppare interazioni forti con soggetti operanti nel campo del turismo, dell’agricoltura di qualità, dell’artigianato d’eccellenza e dell’innovazione tecnologica, di valorizzare le produzioni e di migliorarne la distribuzione, di sviluppare attività di marketing, di riqualificare l’arredo urbano, di mettere a punto azioni sulla sicurezza. In tale direzione si inserisce l’evento “diffuso” promozionale della notte bianca dedicata agli acquisti che partirà dalle 19 di venerdì 31 maggio per proseguire sino a tarda ora.

Un appuntamento, già sperimentato anche negli anni passati, che prevede una serie di iniziative: sconti e promozioni, concerti e altri spettacoli, mostre, temporary store, laboratori, dimostrazioni. Ovviamente tutti i negozi saranno aperti straordinariamente sino alla conclusione dell’evento. L’area interessata dalla Notte Bianca di Nardò sarà il centro storico, compreso l’anello esterno, via XX Settembre e via XXV Luglio. Nei giorni scorsi è stata avviata la distribuzione delle lettere-invito rivolte agli operatori economici dell’area  del Duc con un modulo di partecipazione alla notte bianca. “La Notte Bianca del Commercio” spiega l’assessore alle Attività produttive, Giulia Puglia, “sarà una festa per la città, un momento di grande partecipazione e ovviamente una ghiotta opportunità per gli operatori del commercio. Pensiamo di fare un evento prototipo del distretto, magari da ripetere i prossimi anni. Naturalmente mi auguro che ci sia la più ampia partecipazione non solo degli operatori dell’area Duc, ma anche di operatori di altre zone, fornitori di beni e servizi, che possono partecipare alla Notte Bianca collaborando con i colleghi e quindi allargando idealmente l’area dell’evento. Il Duc è un’occasione importante per i commercianti e per tutti gli operatori economici della città e l’impegno dell’amministrazione comunale su questo fronte è assolutamente prioritario”.

Il Distretto urbano del commercio è uno strumento di sviluppo con il quale l’amministrazione comunale intende sostenere le attività produttive, accanto ad altri e ancora più incisivi processi che sono la Zes, la Zona economica zpeciale nell’area industriale (al vaglio del Governo) e il Piano strategico del commercio che è in dirittura d’arrivo. L’area del Distretto Urbano del Commercio di Nardò comprende tutto il centro storico, gli assi viari principali e le vie di collegamento (corso Galliano, via Principi di Savoia, via Duca degli Abruzzi, via Roma e le zone comprese tra queste e il centro storico). Si tratta della porzione della città maggiormente interessata dalla presenza di attività commerciali, artigianali e di servizi. Il Duc è stato individuato su iniziativa dell’assessorato alle Attività produttive, di concerto con la Regione, con Confcommercio e Confesercenti. Il Distretto del commercio di Nardò ha già ottenuto un contributo di 200 mila euro dalla Regione Puglia (oltre ai 55 mila euro già erogati all’atto della sua costituzione) in relazione al bando per l’attività di promozione dei distretti nati sul territorio pugliese. Queste risorse verranno utilizzate su diversi fronti con l’obiettivo ambizioso di rilanciare i consumi e aumentare l’attrattività commerciale e turistica della città.

Il progetto ammesso a contributo prevede di dotare il distretto di risciò-bike (per il trasporto di persone) e di cargo-bike (per il trasporto di merci) da affidare in gestione ad un soggetto privato con l’obiettivo di offrire servizi a cittadini, turisti e commercianti. Ad esempio, il trasporto di persone da aree parcheggio all’area del distretto o altre aree, trasporto e consegna di beni a domicilio, trasporto disabili e anziani. Le risciò-bike e le cargo-bike sono mezzi non inquinanti, che richiedono investimenti molto contenuti e poca manutenzione, che hanno effetti positivi sui flussi di traffico urbani e quindi sulla qualità della vita. Le risorse (oltre all’organizzazione dell’evento della Notte Bianca in grado di interessare l’area del distretto animato con piccoli concerti, aperture prolungate degli esercizi e il coinvolgimento di scuole e associazioni) serviranno poi a nuove installazioni luminose nell’area del distretto, al fine di attrarre visitatori e possibili clienti, ridisegnare l’estetica notturna degli spazi urbani, promuovere i luoghi. E alla installazione di un impianto di filodiffusione che consenta l’attivazione di un servizio informativo sonoro e la divulgazione di musica, messaggi promozionali e informazioni di servizio. Infine, con il contributo concesso sarà possibile acquistare casette in legno per realizzare mercatini rionali e ogni tipo di esposizione, da collocare nell’area dello shopping cittadino.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Election day, l'affluenza alle 12: in calo il dato delle comunali leccesi

  • Nardò

    Si indaga sull’ennesima auto in fumo: forse l’azione di un piromane

  • Politica

    Mercatone Uno, fallisce la società. Dramma occupazionale per 123 famiglie

  • Incidenti stradali

    Collisione con handbike, disabile ferito e autista positivo alla cannabis

I più letti della settimana

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

  • In tre lo accerchiano sotto casa, commerciante pestato e rapinato

  • Un Rolex inesistente e il finto rimborso. Ed è doppia truffa da 24mila euro

Torna su
LeccePrima è in caricamento