Notizie da Nardò

Chiosco-bar e parco giochi nell’area mercatale. Il Comune cerca il gestore

Dopo l'inaugurazione e il trasferimento del mercato settimanale l'amministrazione comunale vuole attivare il punto ristoro, l'area verde con parco giochi, il campo bocce e i servizi igienici nell'area di via della Resistenza. Pubblicato il bando

il chiosco nell'area mercatale

NARDO’ – Dopo l’inaugurazione e il trasferimento del mercato settimanale nel dicembre scorso l’amministrazione comunale di Nardò prosegue nell’attività di completamento dei servizi e di rivitalizzazione della nuova area mercatale di via della Resistenza. E’ stato infatti pubblicato in questo giorni, anche sul sito istituzionale del Comune, l’avviso pubblico per l’affidamento del servizio di gestione della struttura coperta, utilizzabile come chiosco-bar, l’area verde con parco giochi, il campo bocce e i servizi igienici, realizzati nella zona.

Nati nell’ambito dei Programmi integrati di riqualificazione delle periferie e inseriti nell’area di edilizia economica e popolare, questi spazi sono stati pensati come centro di aggregazione, soprattutto per le fasce più deboli della popolazione. La convezione per la gestione del bar e delle strutture annesse all’area mercatale avrà durata di sei anni, con la possibilità anche di ulteriore proroga. È possibile presentare le offerte presso l’ufficio protocollo del comune di Nardò, in piazza Cesare Battisti, fino alle 12 di mercoledì 4 marzo 2015.

Le competenze professionali richieste per gli interessati a presentare le domande per la gestione  (ampiamente dettagliate nell’avviso pubblico) sono l’iscrizione alla Camera di commercio per l’esecuzione di servizi simili a quelli in concessione e i requisiti per la somministrazione di alimenti e bevande così come previsto dal regolamento regionale. I concorrenti, oltre alla documentazione professionale, dovranno presentare anche una proposta/progetto che espliciti, in modo sintetico ma compiuto, l’idea gestionale complessiva, corredata da una valutazione che dimostri la sostenibilità economica del progetto.  20150217_143109-2

La proposta dovrà considerare, in particolare, tre aspetti: in primo luogo dovrà essere redatto un adeguato e affidabile piano per l’inserimento lavorativo di personale appartenente a categorie svantaggiate. In secondo luogo sarà necessario delineare, in un progetto gestionale, il modello organizzativo che si intende perseguire: le figure professionali da coinvolgere, le attività e le iniziative che si intende svolgere, gli orari di apertura della struttura in rapporto alle reali esigenze del quartiere. E infine dovrà essere presentata la proposta di un piano di comunicazione delle iniziative, che consenta un corretto avvio della gestione e l’armonico inserimento nella vita del quartiere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una 26enne finisce contro un muretto e muore: secondo dramma in quattro giorni

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • Medico rientra dal turno e perde il controllo dell’auto: finisce nel canale

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • In moto a folle velocità sfugge a tre volanti. “Ero andato a Otranto per un caffè”

Torna su
LeccePrima è in caricamento