Nardò Today

Boncuri, la stagione lavorativa è alle porte. Diritti a sud sollecita istituzioni

L'associazione, che gestisce la masseria nelle campagne di Nardò, attende risposte dal tavolo convocato il 10 aprile dal prefetto

Masseria Boncuri, a Nardò

NARDO’ – L’estate è alle porte e la stagione di raccolta nelle campagne neretine che incombe preoccupa i componenti dell’associazione “Diritti a sud” che, da cinque mesi, gestisce la Masseria Boncuri nell’ospitalità dei lavoratori stagionali, fornendo loro anche un servizio legale, psicologico e psicolegale. Il team sollecita le istituzioni a risposte urgenti dal momento che “Ancora una volta sembrano distratte e l'organizzazione di un sistema di contrasto delle dinamiche di sfruttamento e asservimento dei lavoratori migranti stagionali tarda a fare capolino”. Il timore è dunque quello di una improvvisazione gestionale last-minute, per far fronte a un’emergenza che, invece, si poteva prevedere.

Le aspettative convergono sul tavolo territoriale convocato per il prossimo 10 aprile dalla prefettura di Lecce, per poter ottenere risposte sulla strategia per l'accoglienza imminente dei lavoratori stagionali e quali i modelli che possano contrastare le dinamiche di sfruttamento e asservimento dei braccianti.Da luogo simbolo delle lotte dei lavoratori contro lo sfruttamento e il caporalato, Boncuri è diventata casa per i sedici migranti che ci vivono stabilmente e punto di riferimento per quelli che gravitano nella zona di Nardò.

 A partire dal mese di novembre, oltre a una serie di servizi offerti ai cittadini di nazionalità straniera, sono state anche organizzate diverse iniziative all'interno della masseria, con la collaborazione di altre associazioni tra cui Emergency, Farsi Solidali Onlus e il GUS-Gruppo Umana Solidarietà, Net-Zanet Solidaria, Fuori Mercato – Autogestione in Movimento e ancora Salento kmzero, il Movimento Sem Terra e  di professionisti che seguono gli ospiti della masseria in attività formative, come ad esempio un laboratorio artistico.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ricordo alle varíe associazioni,che non solo questi poveri cristi,''di' cui ci si ricorda solo quando conviene a loro"necessitano aiuto,molte famiglie neretine vivono nell più totale disagio economico,psicologico,psicolegale.Certo è che darsi delle aree da paladini e difensori della giustizia,con il golfino sulle spalle passeggiando per Santa Caterina pavoneggiandosi di aver fatto chissà che,quando in realtà bisognerebbe guardare un po i problemi della propria gente.li problemi di la padella li sape sulu la cucchiara.le vostre morali non fanno per me.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Guerra di mala, svolta nelle indagini: eseguiti 14 fermi nella notte

  • Cronaca

    Maldestra rapina: non riesce a uscire e spara pure un colpo per sbaglio

  • Cronaca

    Progetto di consolidamento della scogliera del Ciolo, in sei a processo

  • Politica

    La sfida di Delli Noci: "L'area metropolitana per competere con quella di Bari"

I più letti della settimana

  • Ennesimo incidente sulla statale 101: cinque i feriti, una è grave

  • Guerra di mala, svolta nelle indagini: eseguiti 14 fermi nella notte

  • La neve si scioglie e arriva il conto. Polemica scivolosa a Palazzo Personè

  • Bilancio positivo per la “pesca di immondizia”. Pulizia a Sant’Isidoro e isola dei Conigli

  • Il "Giovanni Paolo II" ai privati: presto il bando per gestione di quattro anni

  • “Salento Book Festival” itinerante, pronta a sbarcare la movida dei lettori

Torna su
LeccePrima è in caricamento