Notizie da Nardò

In scooter senza casco, dieci mezzi sequestrati a Nardò

Municipale, polizia e carabinieri per due ore hanno pattugliato le vie della città. Ancora in molti, soprattutto minorenni, vanno in giro senza protezione alla testa. Preannunciati nuovi controlli

municipale-4
Ce n'è da fare di strada, per convincere anche i più riottosi sulla necessità di indossare il casco. In tanti episodi può salvare i centauri da conseguenze molto gravi. E sebbene sopravvivano ancora vecchie usanze "libertarie", i dati degli ultimi anni sembrano abbastanza buoni. Rispetto ad un passato neanche tanto lontano da far-west, in cui la pratica della protezione della testa era praticamente misconosciuta, oggi una buona fetta di amanti delle due ruote si sono convinti che è meglio far tesoro degli inviti alla prudenza. Anche perché le conseguenze possono essere pesanti, non solo sotto il profilo strettamente… sanitario. Ieri pomeriggio, a Nardò, agenti di polizia municipale, del commissariato di polizia e carabinieri hanno pattugliato diverse strade cittadine. Il computo totale dei sequestri di ciclomotori ammonta a dieci. In tutti i casi, alla guida c'erano minorenni senza casco. In due casi specifici mancava anche la copertura assicurativa.

I controlli sono stati effettuati per circa due ore, su tutte le principali vie della città. "I risultati raggiunti sono indicativi del fenomeno, quello della guida senza casco, che, seppure esiste, non è così su larga scala come in passato - ha dichiarato il maggiore Cosimo Tarantino, dirigente del settore Polizia locale - e dal momento che i controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni, siamo sicuri che presto tutti i conducenti dei ciclomotori indosseranno il casco. Proprio in concomitanza con l'inizio delle scuole, infatti, sarà importante dare un segnale forte per evitare che i giovanissimi non indossino il casco che prima ancora di essere calzato perché previsto dalla legge, lo deve essere perché può servire a salvare una vita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Morì dopo lo scontro con un camion: due condanne

Torna su
LeccePrima è in caricamento