Notizie da Nardò

Piromani colpiscono famiglia già presa di mira il mese scorso: distrutta un’auto

Inquietante avvertimento, a Nardò. Ignoti hanno reso inutilizzabile una Ford Fiesta, in uso a una coppia, ex titolare di una rivendita di gas. Carabinieri e vigili del fuoco sul posto: caccia ai responsabili

L'auto distrutta dalle fiamme.

NARDÒ – Inquietante incendio, nella notte, a Nardò. Colpita una famiglia, ex titolare di una rivendita di gas, già vittima a dicembre di un episodio simile.  Una vettura, parcheggiata in via don Gregorio Gaballo, una traversa di via Aldo Moro, è stata infatti data alle fiamme dai piromani. Si tratta di una Ford Fiesta, che ha  preso fuoco un quarto d’ora dopo le 4, nel cuore della notte. Il veicolo è intestato a un uomo del luogo, di 38 anni, residente poco distante dal punto in cui è divampato il rogo e in suo anche a sua moglie.  È stato lo stesso malcapitato, attualmente disoccupato e incensurato, ad allertare la sala operativa del 115, per richiedere un intervento dei pompieri.

 Sul luogo, i vigili del fuoco per domare l’incendio ed evitare che anche le altre auto nelle vicinanze potessero essere danneggiate. Le conseguenze, non ancora quantificate in termini economici, sono ben visibili. L’auto ha infatti subito danni in più punti, così come i “caschi rossi” hanno accertato al termine delle operazioni. Al sopralluogo hanno anche preso parte i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Gallipoli. Dopo aver ascoltato il malcapitato, i militari hanno recuperato i filmati dei sistema di sorveglianza installati in zona, per cercare di fare chiarezza sull’episodio.1fffceba-eb9d-4a62-ac51-8e429489c0b9-2

Al momento, l’uomo non avrebbe fornito elementi utili, né sospetti su alcuno circa l’ennesimo, grave gesto da parte di un piromane. Ma, soprattutto, gli inquirenti vogliono ricostruire quel laccio invisibile che sembra esserci tra i due fatti ravvicinati: quello delle scorse ore e l’altro, pochi giorni prima di Natale. In quell’occasione, i malviventi hanno preso di mira un motocarro Poker, intestato a un 76enne di Galatina ma in uso alla moglie del 38enne. Il mezzo si trovava parcheggiato nei pressi di via Don Minzoni, alle porte del centro storico neretino, quando ignoti lo hanno cosparso di liquido infiammabile, per poi appiccare il fuoco.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Follie ferragostane: una trentina di soccorsi a ubriachi e rissa a bottigliate

Torna su
LeccePrima è in caricamento