Notizie da Nardò

Monsignor Filograna s’insedia nella Diocesi. Nardò e Gallipoli in festa

Domani pomeriggio il nuovo vescovo inizia il suo ministero con una solenne celebrazione in piazza Salandra e in cattedrale. Pronto anche lo stemma. Si replica il 6 ottobre a Gallipoli. Previsto maxischermo e dirette su Teleonda

NARDO’ - Il contro alla rovescia sta ormai per scadere. E da domani prendono il via le solenni celebrazioni per l'inizio del ministero episcopale del nuovo vescovo, monsignor Fernando Filograna nella Diocesi di Nardò-Gallipoli. Dopo l'ordinazione episcopale che si è svolta a Lecce lo scorso 14 settembre, festa dell'esaltazione della Santa Croce, domani pomeriggio monsignor Filograna inizierà il suo ministero insediandosi in quel di Nardò, per poi ripetere, tra una settimana, l’analoga celebrazione anche a Gallipoli. Il neo vescovo, sulla scorta del programma di massima reso noto dall’amministratore diocesano monsignor Luigi Ruperto, sarà accolto domani pomeriggio, alle 18, in piazza Salandra dal sindaco della città di Nardò, Marcello Risi, e dai sindaci degli altri comuni che insistono nel territorio diocesano, da altre autorità civili e militari e da numerosi fedeli della Diocesi.

Sarà nella piazza principale, nel cuore del centro storico neritino, il primo ed ufficiale scambio di saluti tra il primo cittadino e il vescovo. Partendo poi dalla chiesa di san Domenico, in processione, monsignor Filograna e tutto il presbiterio diocesano, al canto delle Laudes regiae, si dirigeranno verso la basilica Cattedrale di Nardò per la solenne concelebrazione eucaristica. All’ingresso della cattedrale, il nuovo vescovo bacerà gli stipiti del portone, un crocifisso e aspergerà con l’acqua benedetta il popolo di Dio. I fedeli che non troveranno posto nella basilica potranno seguire le celebrazione fermandosi in piazza Pio XI dove sarà allestito un maxischermo. Dopo la lettura della bolla pontificia, andrà a sedersi sulla cattedra divenendo il tal modo il nuovo vescovo della Diocesi. Le campane che risuoneranno a festa annunceranno a tutti l’evento gioiosi. A seguire l’amministratore diocesano, i membri del collegio dei consultori e una delegazione di religiosi e laici presteranno l’omaggio al nuovo Pastore.

 “Il vescovo rappresenta il principio visibile e il fondamento di unità della Chiesa diocesana” commenta l’amministratore diocesano,  monsignor Ruperto, “con lo sguardo della fede riconosciamo quindi nel vescovo il primo evangelizzatore, il pastore e maestro, il padre e fratello di tutti i battezzati della nostra Chiesa locale. Alla gioia dell’ordinazione episcopale segue ora la gioia grande di accogliere in mezzo a noi il Pastore che il Signore ha voluto donarci. Lo attendiamo con trepidazione e grande speranza”. Sul fronte della cattedrale e della Diocesi campeggia anche il nuovo stemma del vescovo realizzato da uno specialista del settore (ha riprodotto stemmi per tre papi e quattro vescovi, compreso quello del periodo dell’amministrazione transitoria) il maresciallo della municipale, Giovanni Potenza. Lo stemma su sfondo blu, con la stella di Maria e le spighe eucaristiche, riporta impresso il motto episcopale del nuovo pastore diocesano: “Omnia in Bonum” (Tutto è per il nostro bene).    

Anche la città  e la comunità di Gallipoli attende con trepidazione  la visita del nuovo vescovo, che visiterà la città bella e la basilica Concattedrale di Sant’Agata, domenica 6 ottobre. Anche in qeusto caso monsignor Filograna sarà accolto dal sindaco della città, Francesco Errico, in piazza Imbriani sempre alle 18, per essere poi accompagnato in Concattedrale dove presiederà la solenne concelebrazione eucaristica. Entrambe le celebrazioni saranno trasmesse in diretta televisiva dall’emittente TeleOnda, sul canale 90 del digitale terrestre, per consentire anche a chi non potrà  partecipare agli eventi di seguire le solenni celebrazioni. Fino all'insediamento del nuovo vescovo la Diocesi di Nardò-Gallipoli è stata guidata in via transitoria dall'amministratore diocesano, monsignor Luigi Ruperto. Monsignor Fernando Filograna è il quarto vescovo della Diocesi di Nardò-Gallipoli. Durante la suggestiva celebrazione dello scorso 14 settembre, alla presenza dei  cardinali Salvatore De Giorgi e Fernando Filoni, l’Arcivescovo di Lecce, monsignor Domenico D’Ambrosio, l’ha consacrato vescovo della Chiesa di Dio in una gremita Piazza Duomo. La sede di Nardò-Gallipoli si era resa vacante il 5 gennaio 2013 con il trasferimento di monsignor Domenico Caliandro all'Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Ecco..bravo...insediati a nardo' e rimani vita natural durante.Gallipoli e' stata e rimarra' "una regia diocesi"

  • Appuntamento da perdere assolutamente! Vescovi andate a lavorare che è meglio!

  • Il nostro vescovo??? parole pesanti! non credo che i Gallipolini lo sentono "nostro"

    • ....e non essere egoista! Metà e metà va bene?

    • Esatto marco! Puoi dirlo forte! Solo a sentire la denominazione "Diocesi Nardò-Gallipoli" mi fa venire il voltastomaco...e non si tratta di semplice campanilismo. Una delle più antiche diocesi d'Italia la nostra, quella di GALLIPOLI!!! Purtroppo a Gallipoli, la chiesa come la politica...uomini di scarso valore...

  • Benvenuto al nostro vescovo! Che il Signore gli dia la forza di Papa Francesco per unire le persone nel nome di Cristo. Eccellenza, in una citta' divisa e senza guida come Gallipoli, la Chiesa locale con la sua storia millenaria, le tradizioni, le processioni, le confraternite, le tante chiese e soprattutto le persone di buona volonta' rappresenta ormai l'unico presidio di valori, dove si insegna il rispetto delle persone e la continuita' con il nostro passato glorioso. In molti a Gallipoli sarebbero contenti di vederla, anche per brevi periodi, soggiornare nel Suo palazzo vescovile. Se fossi al Suo posto, sperimenterei questa proposta almeno nei giorni della settimana santa per capire realmente quale grande dono le ha fatto il Signore di essere Vescovo di Gallipoli.

  • Si! effettivamente dovro' disdire tutti i miei impegni.Speriamo che non sia uguale (o peggio) di chi lo ha preceduto.

  • beh..appuntamento da non perdere!!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Violenta lite in famiglia. Colpisce con un coltello la cognata: arrestato

  • Politica

    Un tuffo nel Piano delle Coste. I balneari segnalano dubbi e criticità al Comune

  • Cronaca

    Automobilista molestata dopo un incidente? Il “soccorritore” chiede di patteggiare

  • Cronaca

    Poliziotti salentini scovano esplosivo in un trullo: si indaga tre le due province

I più letti della settimana

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

  • Sorpassa due auto, poi il frontale con la terza: 30enne in codice rosso

  • Cocaina, materiale esplosivo e arma in cassaforte: arresti e denunce

  • Torna il linguaggio mafioso a Parabita: minacce ai commissari e manifesti funebri al candidato

  • Carne conservata male e lavoratori in nero: maxi multa a un negoziante

Torna su
LeccePrima è in caricamento