Notizie da Nardò

Nardò vince con un rigore dubbio. Crolla il Casarano

Il Nardò torna in testa alla classifica battendo 2 a 1 il Massafra al "Giovanni Paolo II". La Virtus Casarano crolla a Corato dopo aver condotto la gara per tutto il primo il tempo

Pallone-6
Il Nardò torna in testa alla classifica battendo 2 a 1 il Massafra al "Giovanni Paolo II". Mister Sgobba deve rinunciare allo squalificato Bassi in porta, sostituito dall'under Di Marco con Speciale a centrocampo al Posto di Presicce. La gara non è bellissima e il Nardò passa fortunosamente al primo vero affondo: Nobile calcia da fuori area, sulla traiettoria si avventa Sisalli che tocca quel tanto che basta a spiazzare il portiere avversario. Il Massafra tiene meglio il campo e trova il pari quando Turi si avventa sul cross tagliato da sinistra e incorna alle spalle dell'incolpevole Di Marco.

Per conquistare i tre punti i granata hanno bisogno di un dubbio rigore concesso dal direttore di gara. Micheli è spinto e va a terra, ma il guardalinee aveva segnalato il fuorigioco della punta del Nardò. Il consulto tra arbitro e collaboratore non porta novità, nel senso che si riprende con Nobile che dal dischetto mette dentro.

La Virtus Casarano crolla a Corato dopo aver condotto la gara per tutto il primo il tempo. Il vantaggio è firmato da Taurino, che finalizza una bella azione personale. Mitri divora il 2 a 0 a porta sguarnita e il Casarano si spegne, incassando tre sberle dai padroni di casa. Impresa del Copertino che torna da Cerignola con il bottino pieno grazie ai gol di Lupo e Tondo. Il Maglie invece esce sconfitto dal neutro di Rutigliano: 1-0 per la Liberty Bari nonostante i giallorossi abbiano espresso il miglior calcio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

Torna su
LeccePrima è in caricamento