Notizie da Nardò

Undici contagiati provenienti dall’ospedale di Copertino, uno a Lecce

Positivi undici tamponi su undici, effettuati tra pazienti e un dipendente, tutti del Reparto di Medicina copertinese, appena chiuso per la sanificazione. Contagiato anche un docicesimo salentino: un avvocato leccese

La tenda pre-triage a Galatina.

COPERTINO – Dodici nuovi casi di contagio da Coronavirus nel Salento scoperti nelle ultime ore: preoccupa la positività massiva dei pazienti trasferiti dal reparto di Medicina di Copertino a quello di Malattie infettive di Galatina. Per cominciare. Il primo, registrato nella serata di ieri, riguarda un uomo di Nardò, un 37enne infermiere, appunto, presso l’ospedale “San Giuseppe di Copertino”, nell’omonima cittadina. Il dipendente sanitario è stato sottoposto al tampone nelle ultime ore ed è risultato positivo al Covid-19. Accompagnato immediatamente presso il presidio galatinese, dopo i primi accertamenti, l’uomo è stato ricoverato ed è tuttora tenuto sotto costante osservazione da parte del personale ospedaliero.

Fortunatamente, stando ai primi riscontri medici, non sarebbe in pericolo. Le sue condizioni cliniche non desterebbero particolari preoccupazioni tra i sanitari. Sono in corso ulteriori approfondimenti: oltre all'anamnesi dell'infermiere, per scongiurare eventuali altre patologie in corso, si sta ricostruendo la rete dei conoscenti più stretti che, di recente, potrebbero essere entrati in contatto con lui. Idem per il secondo caso, che è invece relativo a un avvocato di Lecce. Anche per il professionista le condizioni sono buone: il quadro clinico non ha messo in allarme i medici. Ma non è tutto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vera preoccupazione, facendo un passo indietro, riguarda i degenti del reparto di Medicina di Copertino. Così come è stato trovato positivo l’infermiere, anche undici dei 23 pazienti trasferiti a Galatina (per consentire la sanificazione del reparto in corso in queste ore) sono stati contagiati dal virus. Undici su undici. Tutti coloro che hanno eseguito il test, sono risultati positivi. Plausibile immaginare l’apprensione che ora monta anche per i restanti dodici, non ancora verificati. E non solo. L’allarme, a quel punto, ricadrebbe anche sull’intero personale ospedaliero del reparto copertinese, medici e infermieri compresi. In quarantena potrebbero (usiamo il condizionale poiché al momento è uno scenario probabile, ma non certo) così finire anche famigliari del personale sanitario e loro conoscenti stretti avvicinati di recente. E, ovviamente, i parenti dei pazienti ricoverati attualmente a Galatina.  Bisognerà ora aspettare anche gli esiti di conferma dei campioni analizzati, spediti a Bari, come da protocollo.  Ma la gestione di questa pandemia è fatta anche di momenti di attesa, di ulteriori accertamenti e verdetti di laboratorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

  • Incendiano l’auto di un 33enne: ma le videocamere immortalano la scena

  • Il passo del contagio ancora lento, ma in provincia di Lecce tre decessi

Torna su
LeccePrima è in caricamento