Notizie da Nardò

Pendinello senz’acqua, Aqp chiarisce: “La rete rurale è gestita da altro ente”

Arriva la precisazione in merito ai disagi relativi alla restrizione dei rifornimenti idrici per famiglie e attività agricole e ricettive

Nardò, Palazzo Personè.

NARDO’ – Restrizioni e interruzioni dell’approvvigionamento idrico per alcune famiglie e attività ricettive di località Pendinello, in agro di Nardò, da diversi giorni e  nell’attesa di risolvere alacremente la questione, arriva anche la puntualizzazione dell’Acquedotto pugliese. Oggi la questione è stata affrontata anche nell’ambito di una riunione della commissione Lavori pubblici ed è seguita da vicino dal consigliere comunale Paolo Maccagnano. Dalla sede baresi di Aqp invece, proprio in riferimento alla situazione di disagio che stanno vivendo le famiglie residenti in zona Pendinello, lungo la provinciale per Avetrana,  a causa della mancata erogazione del servizio idrico, è stato specificato che “l'acquedotto rurale di Pendinello non è gestito da Aqp e, quindi, i problemi relativi all’insufficiente manutenzione della rete, che sarebbero alla base del disservizio, non sono imputabili all’ente in questione”.

Da giorni in zona Pendinello, come lamentato da alcuni residenti e anche dal Comune neretino, l’erogazione idrica è interrotta con tutto quello che questo comporta in termini di soddisfacimento dei più elementari bisogni personali e familiari e di osservanza delle norme igieniche e sanitarie.  Dopo diversi solleciti è scattata anche  una denuncia-querela da parte del nutrito gruppo di residenti della zona nei confronti dell’acquedotto pugliese e del Servizio di riforma fondiaria della Puglia (ex Ersap), che gestisce la rete idrica. E analoga diffida ai due enti è stata inoltrata dal sindaco di Nardò, Pippi Mellone.

La questione è stata affrontata anche in sede istituzionale nella seduta della  commissione Lavori pubblici alla quale sono stati invitati anche i rappresentanti di Aqp e del Servizio riforma fondiaria della Puglia. I disagi e l’interruzione di questi giorni sarebbero da imputare al cattivo funzionamento delle pompe che consentono la distribuzione dell’acqua dalle cisterne (rifornite periodicamente da Aqp) alle utenze domestiche. In più, il manutentore solitamente incaricato della riparazione dei guasti ha lamentato il mancato rinnovo dell’incarico da parte dell’ex Ersap. Ed ecco perché l’acquedotto, riconducendo la problematica all’attività di manutenzione delle rete rurale di competenza del Servizio riforma fondiaria della Puglia, ha inteso chiarire la sua posizione respingendo ogni addebito addossato anche dall’amministrazione comunale con una diffida ufficiale al ripristino del servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Riti di affiliazione mafiosa e mire del clan su concerti e bische. "La Scu è ancora viva"

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

Torna su
LeccePrima è in caricamento