Notizie da Nardò

Sacco di rifiuti scaraventato dall'auto in corsa: identificato il conducente

La fototrappola installata su una strada periferica ha documentato numerosi abbandoni. Individuato anche un altro trasgressore giunto a bordo del suo furgone

Uno dei fotogrammi che hanno consentito di identificare il trasgressore.

NARDÒ – Uno che, sceso dal suo furgone, abbandona due sacchi pieni di rifiuti, un telo di plastica e un paio di scarponi. Un altro che scaraventa fuori dal finestrino dell’auto in corsa un sacchetto di rifiuti domestici. Sono i primi due incivili immortalati nel 2019 dalle fototrappole posizionate nel territorio del Comune di Nardò. Le immagini sono al vaglio della polizia locale che sta procedendo a individuare altri trasgressori che, come sempre in questi casi, verranno sanzionati ma anche segnalati ad altri uffici comunali per verificare la posizione rispetto alla tassa sui rifiuti: è fondata l’ipotesi che siano sconosciuti all’anagrafe tributaria.

La polizia locale di Nardò ha inoltre elevato già una quarantina di verbali a cittadini per comportamenti non corretti: non si tratta di errori nella ripartizione dei rifiuti, ma nella maggior parte dei casi di conferimento nei bidoncini di altri cittadini. Ad attuare questa pratica sono quasi sempre evasori della tassa sui rifiuti che non si presentano nemmeno a ritirare i contenitori per non correre il rischio di essere scoperti.

Il video: Sceso dal furgone, abbandona i rifiuti

“Grazie all’attività della nostra polizia locale - spiega l’assessore all’Ambiente, Mino Natalizio - continuano ad emergere le pessime abitudini di tanti, che se ne infischiano delle norme, del paesaggio e di qualunque regola di civiltà. Si tratta di un fenomeno molto esteso che stiamo combattendo e combatteremo senza quartiere. Peraltro, l’orientamento dell’amministrazione comunale è di punire con maggiore severità questi comportamenti e quindi con sanzioni più pesanti. La repressione non è la soluzione definitiva contro questi incivili, ma serve a far capire a tutti che non sarà più tollerato alcun gesto di questo tipo”.

L’esponente della giunta è determinato a operare un cambiamento che è innanzitutto di tipo culturale: “Non sarà mai troppo tardi per capire che non è vero che una volta fuori dall’uscio di casa, la terra sotto i piedi non ci appartiene più. Anzi, diventa di tutti e tutti abbiamo lo stesso identico dovere di non deturparla vergognosamente. È chiaro che ci si aspetta un vero e proprio cambio culturale. Non a caso, puntiamo con decisione sulla sensibilizzazione sin dal livello scolastico, come dimostrano gli incontri e le iniziative che abbiamo fatto negli ultimi mesi”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Sono pienamente d’accordo con Rais, non solo a Gallipoli ma in tutte le marine Salentine.Non riesco a capire come mai i Comuni non riescono a recuperare una tassa.Tutto finisce a tarallucci e vino

  • Fate bene...stangate a tutti i farabutti!

  • Ci vuole una multa da far passare la voglia di abbandonare rifiuti.

  • Da un mese ho segnalato rifiuti abbandonati nell’immediata periferia di nardo affianco al vecchio depuratore anche ai vigili e ai mezzi di stampa e al comune di nardo ma a oggi i rifiuti sono ancora lì avanti e dietro il depuratore. Uno schifo ma più schifo chi dovrebbe pulire e non lo fa

    • Certo facile prendersala con chi deve pulire...ma l'incivile sono i suoi comcittadini che ha abbondonato i rifiuti

  • Che sia un esempio da seguire anche da parte del Sindaco di Gallipoli. Cosa accadrà questa estate, specialmente nelle marine, a causa delle innumerevoli situazioni di proprietari che affittano pseudo appartamenti, ai villeggianti settimanali? Costoro essendo per la maggior parte evasori della tassa sui rifiuti, non disporranno del set di recipienti che sono stati distribuiti ai contribuenti regolari; quindi assisteremo a situazioni assurde, tipo buste di spazzatura indifferenziata scaricata per strada o nei recipienti degli ignari cittadini in regola con la legge.

Notizie di oggi

  • Politica

    “Un sindaco da solo non cambia la città. Piazzale Cuneo ce lo insegna”

  • Politica

    “Per me voto disgiunto da tutte le coalizioni”. La scommessa di Adriana

  • Cronaca

    Evade e incendia il negozio rapinato nel 2016 a pochi metri da casa: incastrato

  • Cronaca

    Un boato sveglia il vicinato all’alba: si sbriciola il tetto di un’abitazione

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento