Notizie da Nardò

Uno ruba abbigliamento sportivo, l’altro un manometro: nei guai

Un 24enne libico fermato dai carabinieri a Nardò. Un 37enne di Monopoli denunciato per un colpo perpetrato la scorsa estate

Foto di repertorio.

NARDÒ – Ladri irrefrenabili nel Salento. Dopo gli arresti, in provincia, delle ultime ore, i carabinieri della stazione di Nardò hanno fermato un ladro libico, Melad Mohmed, un ragazzo di 24 anni senza fissa dimora e attualmente domiciliato nella cittadina. Si sarebbe infatti introdotto all’interno di un negozio di abbigliamento di Nardò, dove avrebbe tentato di rubare tre magliette sportive e un pantalone, nascondendo la merce all’interno del giubbotto.

Al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato presso il carcere di Lecce, su disposizione dell’autorità giudiziaria, in attesa del giudizio per direttissima. Ma non è tutto.

A Melendugno, infatti, i carabinieri della stazione locale, a conclusione delle indagini e della visione dei filmati, hanno anche denunciato D.P., un 37enne originario di Monopoli, nel Barese che, lo scorso 16 agosto, avrebbe asportato dal distributore di carburanti “Eni” sulla provinciale che conduce a San Foca, un manometro e tubo d’aria compressa, per poi allontanarsi a bordo di un Fiorino.

A Campi Salentina, invece, i carabinieri della stazione, dopo indagine, hanno denunciato C.P., 27enne di  e C.C.L., 23enne, anche questi di Monopoli. La vittima, un 34nne, ha riferito ai militari che un paio di giorn prima, due ignoti contattati su internet per la vendita del suo scooter, approfittando di un attimo di distrazione, gli avevano sfilato dalla tasca il portafoglio contenente somma 220 euro. Successivamente, il 34enne li aveva pure contattati telefonicamente, ricevendo per risposta minacce, pur di non fargli presentare querela. 

Probabile refurtiva ritrovata

Nella mattinata del 10 aprile, a Ugento, i carabinieri della stazione locale sono intervenuti presso un'abitazione in disuso dove hanno rinvenuto una carabina Beretta calibro 22, con matricola ed efficiente, un proiettore per pellicole cinematografiche Agfa, modello Record, una videocamera Philips, modello Explorer e un televisore Lcd Thomson 22 pollici. Il materiale è stato sequestrato e custodito in attesa ulteriori accertamenti Alle indagini partecipa la Sezione operativa del Norm di Casarano

Potrebbe interessarti

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Fa davvero male dimenticarsi di cambiare le lenzuola?

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • Talenti dal Salento: una giovane ballerina ammessa alla Biennale di Venezia

I più letti della settimana

  • Ragazzo di 20 anni trovato morto con un colpo d'arma da fuoco alla tempia

  • Un “Tornado” su gruppo di stampo mafioso: 27 arresti, indagato anche un sindaco

  • Tragedia nel pomeriggio ad Otranto. Una donna si lancia dalle mura del castello

  • Scontro tra auto e moto: un 25enne finisce in Rianimazione

  • Lesioni troppo gravi nello scontro in moto: non ce l’ha fatta il 25enne

  • Una fuga di gas e l'alloggio si sbriciola: zio e nipote travolti dall’onda d’urto

Torna su
LeccePrima è in caricamento