Notizie da Nardò

Dopo le intossicazioni coi funghi, le multe: beccati in 5 a Porto Selvaggio

Sanzioni per un totale di 500 euro, a Porto Selvaggio, dopo l’intervento delle guardie zoofile del posto. Sequestrati anche cinque chili di prodotto, consegnati alla Asl per la distruzione

I funghi confiscati a Nardò.

NARDO’ – Nonostante i recenti casi di intossicazione di interi nuclei familiari, c’è chi si reca a raccogliere funghi in aree vietate e pur non avendo autorizzazioni.  In cinque colti sul fatto, a Nardò: stavano raccogliendo funghi nella zona di Porto Selvaggio. Multati dalle guardie zoofile. È andata male a cinque cercatori di funghi sorpresi ieri, nell’area protetta dello Ionio: gli operatori  neretini hanno confiscato il bottino e sanzionato i cinque.

Il parco è una delle mete predilette di persone a “caccia” dei preziosi funghi, pur essendo vietato. I cinque cercatori sono stati colti sul fatto e sanzionati per un totale di oltre 500 euro. I funghi, cinque chili in tutto, sono stati portati presso il Servizio micologico della Asl di Lecce, dove saranno distrutti. Le persone fermate, peraltro, non erano in possesso del patentino di abilitazione alla raccolta.funghi confiscati-2

In questi casi le sanzioni sono abbastanza severe: è infatti  prevista l’applicazione di un minimo di 77,46 euro che aumenta in base alla quantità di funghi raccolti. Qualche altro cercatore, incurante del divieto, è fuggito alla vista delle guardie zoofile abbandonando quanto già raccolto. Sempre durante l’intervento di ieri mattina, le guardie zoofile neretine hanno controllato anche alcuni passanti in compagnia dei propri cani e due di loro non erano dotati di microchip. In questo caso i proprietari sono stati diffidati per iscritto a provvedere entro 15 giorni, pena una sanzione di 77 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soltanto nella giornata di Ognissanti, dopo il pranzo, in dieci sono finiti in ospedale per una intossicazione dovuta all'ingerimento di funghi velenosi. E non è tutto. Appena cinque giorni dopo, infatti, altri casi anche nel basso Salento, a Taviano, dove altre due famiglie del luogo sono state accompagnate per dei controlli nell'ospedale di Gallipoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento