Notizie da Nardò

Furto di energia elettrica in tre negozi e casa: per rubare sistemi studiati ad arte

Quattro individui di Nardò sono stati denunciati dagli agenti del commissariato. Con diverse tecniche hanno sottratto energia per 72mila euro

Il contatore manomesso

NARDO’ – Gli agenti di polizia del commissariato di Nardò, nel corso degli ultimi mesi, hanno condotto un’indagine che ha portato alla denuncia di quattro individui indagati per furto aggravato di energia elettrica. Le attività di indagine sono nate dal riscontro di alcune anomalie inerenti la distribuzione ed il consumo di energia. Si è dato quindi vita ad una serie di sopralluoghi effettuati assieme ai poliziotti neretini, guidati dal vicequestore aggiunto Pantaleo Nicolì e  ai tecnici dell’Enel. In tre esercizi commerciali e in un’abitazione privata, riscontrate anomalie, nel giro di pochi mesi di attività investigativa.

Ancora più sorprendente il metodo con cui si rubava l’energia elettrica: in un caso era stato apposto un magnete,  abilmente nascosto in un diffusore deodorante per ambienti, sul contatore. In un altro, i trasgressori avevano bypassato direttamente il contatore, tramite un cavo che portava l’energia all’interno dell’esercizio pubblico. Ma il sistema tecnologicamente “più evoluto” è risultato quello realizzato dal proprietario di una casa: aveva realizzato un metodo per eludere i conteggi del dispositivo.  

Infatti il cavo era collegato ad un dispositivo elettronico, comandato da un interruttore che permetteva, di volta in volta, di inserire o disinserire il ponte elettrico realizzato a regola d’arte  e completamente murato e invisibile dall’esterno. In sostanza, in caso di controlli il proprietario premendo il pulsante avrebbe potuto inserito o disinserito il contatore a suo piacimento.  Le quattro persone indagate, sono state deferite per il reato di furto aggravato di energia elettrica. Inoltre, dai conteggi effettuati da Enel. i quattro denunciati dovranno restituire l’equivalente del valore dell’ energia elettrica sottratta che ammonta complessivamente a oltre 72mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento