Notizie da Nardò

Il nuovo componente dello staff è indagato. Revocata nomina di Calabretti

Il sindaco di Nardò annuncia la revoca immediata dopo avere appreso delle notizie d'indagine. "Nessuna condanna, ma rispettiamo il codice etico"

NARDO’ – A poco meno di 24ore dalla sua nomina come componente dello staff del sindaco Pippi Mellone, arriva la revoca per Angelo Calabretti, specializzato in aspetti gestionali, strategici e contabili della pubblica amministrazione.

Lo comunica lo stesso primo cittadino neritino che mantenendo fede al rispetto del codice etico sottoscritto prima del voto elettorale ha deciso di procedere alla revoca immediata del suo collaboratore che pur non avendo ricevuto nessuna condanna  è risultato indagato nell’ambito di alcuni procedimenti giudiziari.     

“Ho dato immediato mandato di revoca della nomina del 19 luglio scorso di Angelo Calabretti quale componente dello staff” spiega in un nota ufficiale il sindaco Mellone, “in quanto risulterebbero notizie d'indagine a suo carico che non ci erano assolutamente note. Siamo garantisti, non c'è nessuna condanna, ma chi si occupa della cosa pubblica deve essere al di sopra di ogni sospetto. Le notizie pertanto” conclude il neo sindaco di Nardò, “contrastano con il nostro codice etico sottoscritto prima del voto e la revoca dell'incarico gratuito ha quindi decorrenza immediata”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nomina da Calabretti, annunciata nella giornata di ieri, era tra quelle funzionali alla formazione del nuovo staff del sindaco Mellone che in tale direzione aveva già ottenuto la disponibilità di Agostino Indennitate a svolgere il ruolo di portavoce e collaboratore dei rapporti istituzionali. Calabretti aveva deciso di prestare il proprio servizio a titolo gratuito e di riceve esclusivamente il rimborso spese. Il professionista in questione che dal 1973 ha svolto attività a servizio della pubblica amministrazione in diversi comuni della provincia e che, in relazione a ciò, ha ricevuto anche un avviso di garanzia, non è stata condannato, ma per non generare alcun dubbio  la decisione del sindaco Mellone è stata perentoria e senza tentennamenti. A distanza di meno di dodici ore dalla nomina è quindi giunta la revoca.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento