Notizie da Nardò

Nuova ordinanza contro gli “sporcaccioni”. Mellone aumenta le sanzioni

In vigore il nuovo provvedimento comunale che inasprisce le multe sino a 500 euro per l’abbandono dei rifiuti in campagna e lungo le strade cittadine

Rifiuti abbandonato nella zona industriale di Nardò (foto di repertorio)

NARDO’ - Controlli mirati e fototrappole attive non hanno ancora scongiurato le cattive abitudini sull’abbandono dei rifiuti in campagna, lungo le strade cittadine e in periferia e anche nei pressi dei cestini per la carta. Per questo l’amministrazione comunale di Nardò, in raccordo con il comando della polizia locale, continuerà con le verifiche e le sanzioni e per gli “sporcaccioni” incalliti il conto si prevede anche più salato rispetto al passato. Il sindaco Pippi Mellone ha infatti firmato una nuova ordinanza con la quale si inasprisce la multa per chi abbandona indiscriminatamente i rifiuti. Il nuovo provvedimento dispone infatti una sanzione di 500 euro per “chiunque abbandoni rifiuti solidi urbani sul suolo pubblico, lungo le strade, o li disperda nelle campagne, ovvero li depositi nei cestini pubblici gettacarte, o li depositi sul suolo pubblico”. Oltre la multa è previsto anche l’obbligo del ripristino dei luoghi oltre ad eventuali denunce alle autorità competenti in presenza di violazioni più gravi.    

La nuova ordinanza va ad integrare le direttive imposte già all’inizio dello scorso anno in concomitanza con l’avvio del nuovo servizio di raccolta differenziata su tutto il territorio comunale. Tale provvedimento fissa le nuove regole e le prescrizioni del sistema della raccolta differenziata, in base alla quale, sino ad oggi, le sanzioni per l’abbandono dei rifiuti sono state tra i 50 e i 200 euro. La sanzione ora è più “salata” e, come detto, si rischiano 500 euro di multa. “Sugli oltraggi all’ambiente e al territorio” spiega l’assessore all’Ambiente, Mino Natalizio, “non abbiamo intenzione di fare sconti a nessuno, perché quello delle campagne usate come discariche di comodo è un problema molto serio. Non a caso nell’ultimo periodo abbiamo intensificato i controlli e le verifiche. Da un lato, quindi, portiamo le sanzioni a 500 euro con l’intento di scoraggiare ulteriormente gli abbandoni, dall’altro pensiamo sia doveroso continuare nell’opera quotidiana di informazione e sensibilizzazione che è molto utile nei confronti delle tante persone intelligenti e civili”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nonostante i controlli, anche attraverso le fototrappole, e le sanzioni, quindi il fenomeno dell’abbandono e del conferimento indiscriminato di rifiuti è ancora piuttosto diffuso anche in quel di Nardò e incide sul decoro della città e di tutto il territorio. Non si tratta solo di abbandoni in campagna e nelle strade periferiche, ma anche di depositi di sacchetti nei cestini gettacarte nell’ambito cittadino. L’obiettivo di questa nuova ordinanza, come spiegano dal Comune, è quello di rendere le sanzioni più incisive e quindi di scoraggiare l’attività dei cosiddetti sporcaccioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento